divinità della mitologia greca

Lei venne trasformata in lauro e perciò Apollo ne adorava le foglie e spesso le indossa (le corone di alloro, che venivano anche indossate dagli atleti greci), portando anche una lira. Nesii (Σάτυροι Νέσιοι), tribù di satiri naviganti da una costa africana detta Satyrides; Titiri (Τίτυροι), satiri che suonavano il flauto alla corte di. Tipi di divinità della mitologia greca. In tempi successivi è stata associata con l'arco e le frecce. Nella mitologia romana corrisponde a Vesta, che ha invece un ruolo maggiore, anche per l'istituzione delle vestali. Ovviamente i personaggi della mitologia greca, i cosiddetti e celebri dei dell’Olimpo, sono frutto dell’immaginazione dell’uomo e sono anche dotati di poteri sovraumani che li contraddistingono. Se nella mitologia greca Efesto usava il fuoco come forza creativa, presso i romani era un dio più terribile, con poteri distruttivi e associato ai vulcani, come anche il suo nome romano Vulcano attesta. Aisa (Αἴσα), personificazione di sorte e destino. Queste religioni sono radicalmente monoteiste, riconoscono l'esistenza di un unico Dio supremo, pertanto altri esseri possono essere considerati come entità spirituali. La storia della mitologia greca si delinea come una lunga sequenza di episodi in cui le manifestazioni del Caos primordiale tentano di minare i progressi verso il raggiungimento dell’armonia del cosmo. Secondo la leggenda più popolare Dioniso nacque a Tebe da Zeus e Semele. Altre definizioni con mitologia: Gli uomini-pesce della mitologia; La dea della mitologia nordica sposa di Odino; Il dio bifronte della mitologia; Il dio Marte nella mitologia greca. La sua corrispondente nella mitologia romana è Venere. Molte divinità lusitane finirono infatti con l'essere adottate dai Romani. Divinità sarde relative all'età nuragica, e, talune, comuni anche ai fenici. Tra le sue creazioni c'erano le armi di Achille. Una divinità delle acque è un dio o una dea della mitologia che vengono associati con l'acqua o i vari corpi idrici (come mari e fiumi). In miti più antichi è in competizione con Ermes, suo fratellastro. Libetridi (Νύμφαι Λιβήθριδες), naiadi, tra cui: Misiane (Νύμφαι Μυσίαι), naiadi del lago Askanios in, Ortigia (Ὀρτυγία), naiade o naiadi delle sorgenti dell'. I Misteri Eleusini Secondo la maggior parte delle tradizione Zeus gli vietò l'accesso sull'Olimpo. I suoi simboli o attributi sono lo scettro, il trono, un vaso (un kantharos o una patera), l'elmo ricevuto in dono dai ciclopi capace di renderlo invisibile, una pelliccia di lupo e il cane a tre teste Cerbero. È spesso i compagnia di un tiaso, una processione di assistenti che includono satiri, menadi (o baccanti), e il suo tutore sileno. Come parte della mitologia greca, si possono trovare gli dei olimpici, che per le loro caratteristiche sono gli dei principali del panteone greco, che dal loro posto vivevano sulla cima del monte Olimpo, la montagna più alta di tutta la Grecia. Apollo: stesso nome rappresenta la divinità Greca e Romana, Dio della medicina, della musica, della poesia, dell’arte, della divinazione, e poi diventerà anche Dio del sole. La sua corrispondente nella mitologia romana è Venere. Religione e divinità nell'antica Grecia. Dea dell'amore, della bellezza, del desiderio, della fertilità e del piacere carnale. Dio del mare, dei fiumi, dei laghi, delle alluvioni, dei maremoti e dei terremoti. Dio della guerra, dello spargimento di sangue e della violenza. Corimbo (Κόρυμβος), dio della frutta e dell'edera. Dio della parte più profonda e oscura del mondo sotterraneo. Per esempio, l'inutile corteggiamento della ninfa Dafne, entrambi vittime di Eros che aveva colpito lui con una freccia d'amore (per punirlo della sua vanità) e lei con una d'odio. La presente lista riassume gli dèi della religione dell'antica Grecia e altre figure divine o semi-divine della mitologia greca. È figlio di Crono e Rea, fratello di Zeus, Ade, Era, Estia e Demetra. Per esempio quando lui la tradì con Alcmena, dalla quale nacque Eracle, lei perseguitò quest'ultimo con le fatiche e alla fine lo fece impazzire. Atlante, denominato Atlas nella mitologia romana, secondo alcune versioni della letteratura greca è il figlio di Giapeto (Titano) e della ninfa Climene. Iside - dea della saggezza, della magia, della salute e del matrimonio. Dee delle porzioni naturali del tempo e della scansione del giorno: Anatole (Ἀνατολή) o Anatolia (Ανατολία), alba; Mousika o Musica (Μουσική), ora del mattino dedicata alla musica o allo studio; Gymnastika (Γυμναστική) o Gymnasia (Γυμνασία), ora del mattino dedicata alla ginnastica e all'esercizio fisico; Nymphe (Νυμφή), ora del mattino dedicata al lavarsi; Elete, prima ora del lavoro pomeridiano, dedicata alla preghiera; Akte (Ἀκτή) o Cypris (Κυπρίς), ora pomeridiana del piacere e della nutrizione (riposo o merenda); Arktos (Ἄρκτος), ora della notte stellata. Search. Ma proprio la divinità, o meglio, la discendenza divina, era la giustificazione che adottavano i … Epica — Il significato e cosa rappresenta la sirena nella mitologia greca Lampsace (Λαμψάκη), principessa semi-storica. Rappresentazione mitologica della sirena. Titano del crepuscolo, delle stelle, dei pianeti e dell'arte dell'. È quindi possibile supporre che da questi ultimi i Fenici abbiano appreso determinate tradizioni nonché culti, così come avevano fatto pure con il popolo egizio, rappresentandoli in oggetti poi diffusi lungo il Mediterraneo. Il suo corrispondente romano è Marte, che però era visto come progenitore della gente di Roma, e rappresentato in genere più adulto. I suoi simboli includono un tirso (bastone con in cima una pigna), una coppa per bere, grappoli d'uva e una corona di edera. Artemide è la dea Lunare, è dea della caccia e, come suo fratello gemello Apollo, era bravissima a tirare con l'arco. Nelle sculture è rappresentato come un ragazzo molto bello, senza barba e con lunghi capelli, dal fisico ideale. Alcuni racconti dicono che ebbe una relazione con Medusa, da cui nacque Pegaso, venuto fuori mentre Perseo le tagliava la testa. Gli animali a lei sacri erano le colombe e i passeri. Tritoni (Τρίτωνες), spiriti dalla coda di pesce, nati da, Anemoi Thyellai (Ἄνεμοι θύελλαι), spiriti dei venti di tempesta creati da, Lipi (Λίψ), dio del vento da sud-ovest (per i romani, Scirone (Σκείρων), dio del vento da nord-ovest (per i romani, Apartia (Ἀπαρκτίας), venti del nord diversi da. Dodekatheon. È la moglie di. Le tre divinità più importanti sono: Zeus (padre e re degli dei, ultimo figlio del titano Crono, fratello di Poseidone e Ade e primo in ordine di importanza), Poseidone (fratello di Zeus e Ade e re dei mari, 2° per importanza) e Ade (fratello di Zeus e Poseidone, signore degli Inferi e 3° per importanza). Spesso appare in compagnia di muse. Essendo perfezionista poteva essere crudele e distruttivo, e i suoi amori sono raramente felici. Dea vergine della caccia, della selvatichezza, degli animali, delle ragazze, del parto e della luna. È il figlio di Zeus e Leto e ha una sorella gemella, Artemide. Atena guarda Prometeo che crea gli umani (III secolo d.C.). Regina degli dèi e dea del matrimonio, delle donne adulte, dell'eredità, dei re e degli imperi. Tutte le soluzioni per "Divinità Lunare Greca" per cruciverba e parole crociate. Sua moglie è Persefone. È rappresentato con attributi regali, una figura robusta, con barba scura. Dea "dagli occhi glauchi" (azzurri, lucenti), o comunque dotati di luce speciale e lampi di astuzia. Eresione (Εἰρεσιώνη), personificazione del ramo d'olivo. Per mitologia greca si intendono tutti i miti e le leggende che appartengono agli antichi greci, in cui si parla dei loro dei ed eroi, qual è la natura del mondo e le sue origini, così come il significato dei loro culti e riti. In alcuni racconti lei rinuncia al proprio posto tra gli Olimpi in favore di Dioniso. Mitologia Greca: Home Divinità > > > > > > Mortali > > Luoghi Albero Genealogico Elenco Richieste Se non avete capito qualcosa dalle descrizione delle parentele degli dei... buona fortuna. Alessiare e Aniceto (Ἀλεξιάρης e Ἀνίκητος), figli gemelli di, Auxesia (Αὐξησία) e Damia (Δαμία), dee della fertilità in. Tallo (Θαλλώ), dea dei germogli, a volte identificata con, Carpo (Καρπώ), dea dei frutti della terra (assimilabile forse alla romana. È il figlio più piccolo di Crono e Rea e ha detronizzato suo padre da sé, acquisendo il potere del cielo. Gli animali a lui sacri erano la tartaruga, il gallo e l'avvoltoio. Il corrispondente romano Mercurio era più strettamente collegato con il commercio. 300 a.C.). Era figlia di Zeus e Latona, ed era sorella gemella di Apollo. I suoi simboli includono lance da caccia, una mezza luna al capo, pellicce, cervi e altri animali selvaggi. Gli animali a lui sacri erano appunto l'asino, ma anche il cane da guardia e la gru. Menrva - dea della saggezza. ... La divinità fluviale della mitologia greca amicovlog. Marsia (Μαρσύας), primo mitico suonatore di flauto; Pirrico (Πύρριχος), dalle danze contorte. Anche nella mitologia romana era chiamato Apollo. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 5 dic 2020 alle 11:23. Era figlia di Zeus e Leto, ed era sorella gemella di Apollo. Dio della guerra, dello spargimento di sangue e della violenza. Ucciso da, Titanessa dei buoni consigli, degli avvertimenti, della progettualità, dell'astuzia, dell'abilità e della saggezza. Secondo alcune versioni, sua moglie era Arianna, abbandonata da Teseo sull'isola di Nasso e ritrovata dal dio. Skip navigation Sign in. I suoi simboli includono lance da caccia, una mezza luna al capo, pellicce, cervi e altri animali selvaggi. Un altro suo nome era Bacco, con il quale verrà ripreso tra i romani. Nata a Zeus, le storie della sua nascita indicano che è emersa dalla testa di questo adulto completamente armato. Omero lo descrive come inaffidabile, umorale, sanguigno, in contrasto con Atena, che in guerra ha invece strategia e capacità di controllo. Veniva in genere rappresentata in atteggiamento regale, in età adulta, indossante un diadema e un velo coprente la testa, a volte con in mano un fusto di loto. Di questo elenco fanno parte dei o entità divine delle religioni maggiormente diffuse al mondo e consistentemente organizzate con un clero. Scopri la leggenda e la storia del Pilastro del Cielo Fu identificato con Bacco e altre divinità traciche. Titanessa del fiume sommerso Stige, personificazione dell'odio. Mitologia greca: ecco un excursus sulle più importanti divinità e sui miti appartenenti alla cultura religiosa dell'antica Grecia Titanessa della mente arguta e della profezia, moglie di, Titanessa della fertilità, della maternità e delle montagne. Il suo matrimonio con Anfitrite è rappresentato con una processione trionfale (da loro nacque poi Tritone). Cithaeronides, gruppo di ninfe ricordate da, Sphragitides, gruppo di ninfe anch'esse ricordate da. La parola più votata ha 5 lettere e inizia con E Demoni Ceramici (Δαίμονες Κεραμικοί), cinque spiriti malevolenti che rovinano i vasi agli artigiani: Asbeto (Ἄσβετος), che brucia durante la cottura; Omodamo (Ὠμόδαμος), che non cuoce abbastanza. Benché fosse la dea del matrimonio, Zeus le era molto infedele e questo le procurava gelosia e sete di vendetta. Un tempio ne ospitava spesso una statua ed era spesso decorato con scene in bassorilievo o altorilievo. È la moglie di. Una divinità della guerra è un dio o una dea della mitologia associata alla guerra, ma pure al combattimento o agli spargimenti di sangue in senso lato; queste sono presenti comunemente nella quasi totalità delle religioni conosciute sotto la denominazione di politeismo. A Roma era conosciuta come Giunone. Veniva rappresentata con un elmo con cimiero, armata di scudo e spada, con un'egida sopra una veste lunga. L'origine viene dall'antica Chios, che era la sua casa. Era uno dei tre figli di Crono e Rea che, nello spartimento dei tre regni fra i tre fratelli (Poseidone, Zeus e Ade), ottene quello degli inferi. I suoi simboli sono l'olivo e la civetta. È la moglie e sorella di Zeus, figlia di Crono e Rea. Nell'iconografia più comune gli dei egizi sono spesso raffigurati come umani con teste di animali: ad esempio, Anubi è ritratto spesso nelle statue con il corpo umano, ma con la testa di un canide. Fratello gemello di … Nelle rappresentazioni classiche è visto come uomo maturo, di corporatura robusta, con una barba vistosa, e regge un tridente. Greca. Parliamo della divinità Oceano. La mitologia greca è piena di racconti di dei e dee e altri esseri divini. Titanessa della fama, del riconoscimento e dell'infamia. Baal dio della tempesta, del controllo della fertilità e della fecondità, è una delle principali divinità della mitologia fenicia. Gli animali a lei sacri, oltre al cervo, comprendono orsi, cinghiali, cani e altri animali di bosco. Tra i suoi simboli troviamo le rose e altri fiori, le conchiglie, la madreperla, e il mirto. Titano dell'intelletto e asse del cielo intorno al quale ruotano le costellazioni. Estia: figlia di Zeus ed Era, sorella di Ares ed Efesto, divinità della casa e del focolare. Il quiz sulle divinità della mitologia greca e romana comprende due esercizi di abbinamento: 1) dei greci - dei romani; 2) divinità - ruoli. Ceraone (Κεράων), semi-dio del pasto, in particolare se mescolato con il vino. Melete (Μελέτη), musa della meditazione e dell'esercizio mentale; Ipate (Ὑπάτη), musa della corda superiore della lira; Mese (Μέση), musa della corda mediana della lira; Nete (Νήτη), musa della corda inferiore della lira. Titano del fiume che ruota tutto intorno alla terra ed è la fonte di tutta l'acqua corrente. Nelle religioni misteriche e nella letteratura ateniese appare con il nome di Plutone (Plouton, "il ricco"), e il nome Ade o Averno è dato al suo regno. Tra i suoi simboli troviamo le rose e altri fiori, le conchiglie, la madreperla, e il mirto. Etrusca. Gli animali a lei sacri erano la vacca, il pavone e il cuculo. Titanessa della vista e della luce brillante del cielo azzurro. Le ninfe nella mitologia greca sono chiamate divinità secondarie della natura, si trovano nell’aria, nella foresta e nell’acqua, secondo l’autore Omero queste fanciulle sono figlie di Zeus, si presume che potrebbero fare loro delle richieste, anche se potrebbero anche essere temute.. Ninfe. In tempi successivi è stata associata con l'arco e le frecce. Animali a lui sacri sono il lupo, il serpente e il gufo. Delfino (Δέλφιν), dio dei delfini dell'aspetto omonimo, Idotea (Εἰδοθέα), profetica ninfa marina, figlia di, Mirtoessa (Μυρτώεσσα), una delle nutrici di, Sitnidi (Νύμφαι Σίθνιδες), gruppo di naiadi associate a un acquedotto in, Tritonide (Τριτονίς), ninfa di un lago salato della, Alessiroe (Ἀλεξιροη), ninfa figlia del fiume Grenikos (Γρηνικος) sul. Lipe (Λύπη), pena, sofferenza, tristezza. Per esempio, l'inutile corteggiamento della ninfa Dafne, entrambi vittime di Eros che aveva colpito lui con una freccia d'amore (per punirlo della sua vanità) e lei con una d'odio. Per le sue caratteristiche faceva parte della religione dell'antica Grecia. Dio della musica, delle arti, della conoscenza, della cura, della peste, della profezia, della bellezza maschile, del tiro con l'arco e del sole. Il suo corrispondente romano è Diana. Lampedo (Λαμπεδώ), dalla torcia, regnò con sua sorella Marpesia; Marpesia (Μαρπεσία), regnò con la sorella Lampedo; Orizia (Ὠρείθυια); regina della amazzoni; Pantariste (Πανταρίστη), amazzone che aiutò. I titani sono rappresentati nell'arte greca meno spesso degli olimpi. Era rappresentata come una donna matura, spesso con una corona, un fascio di graminacee e una torcia. I suoi simboli includono un caduceo, sandali con le ali, un petaso o altro cappello da viaggio. Lei venne trasformata in lauro e perciò Apollo ne adorava le foglie e spesso le indossa, portando anche una lira. Animali a lui sacri sono il Lupo, il Serpente e il gufo. Horme (Ὁρμή), spirito dell'impulso a fare, degli sforzi, dell'avvio di azione e dell'impazienza. Gli animali a lui sacri erano i delfini, le tigri, i ghepardi, gli asini e i serpenti. Ucciso da. Galassaure (Γαλαξαύρη), la cui fonte è bianca come latte; Esione (Ἡσιόνη), probabilmente la stessa chiamata Pronoia; Iante (Ἰάνθη), il cui nome indica il colore violetto delle nuvole cariche di pioggia; Melobosi o Melobosis (Μηλόβοσις), dove si abbeveravano le greggi; Petrea (Πετραίη), fonte amabile delle rocce; Polidora (Πολυδώρη), bella fonte che dà molti doni all'uomo, da non confondersi con Polidoro; Primno o Prymno (Πρυμνώ), ninfa delle acque profonde e dei pozzi; Pronoia, probabilmente la stessa chiamata Esione; Stige (Στύξ), la più illustre e odiata di tutte; Pegasidi (Πηγάσιδες), ninfe dei pozzi naturali, collegate a. Aglaope (Αγλαόπη) o Aglaophonos (Ἀγλαόφωνος) o Aglaopheme (Ἀγλαοφήμη), dalla voce incantatrice; Peisinoe (Πεισινόη) o Peisithoe (Πεισιθόη); Telsiope (Θελξιόπη) o Thelxiepeia (Θελξιέπεια), piacevole all'occhio. Un altro racconto dice invece che lo adottò e lo nutrì. Spesso appare in compagnia di muse. Gli animali a lui sacri sono l'aquila e il toro. Iale (Ὑάλη), come il cristallo, lamentosa; Daira o Daeira (Δάειρα), colei che sa, madre della città di, Dodone (Δωδώνη), associata a un pozzo della città di, Europa (Εὐρώπα) o Europe (Εὐρώπη), sorella di. Dio della musica, delle arti, della conoscenza, della cura, della profezia, della bellezza maschile, del tiro con l'arco e del sole. Come fratello e sorella vennero identificati con il sole e la luna ed entrambi usavano archi e frecce. Condividi. Comanda su uno dei tre regni, come re dei mari e delle acque. I poeti ne apprezzano il sorriso e il riso. Gli animali a lui sacri includono il capriolo, i cigni, le cicale, i falchi, i corvi, le volpi, i topi e i serpenti. Se ti senti confuso davanti alla moltitudine di divinità del pantheon greco, è possibile esplorare diversi gruppi o tipi di dei. I giganti erano i figli di Gea (Terra), nati dal sangue che sboccò quando Urano (Cielo) fu castrato dal loro figlio titano Crono, che combatté la gigantomachia, una guerra con gli Olimpi per la supremazia del cosmo. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 20 dic 2020 alle 11:39. Descritto come un vuoto. Re del mondo sotterraneo, della morte, del rimorso e del rancore. Il suo corrispondente romano è Giove, anch'egli capo supremo degli altri dèi. Gli animali a lei sacri erano le colombe e i passeri. Era uno dei tre figli di Crono e Rea, che regnava su uno dei tre mondi, quello degli inferi. I greci avevano alcuni dei e dee che adoravano e riverivano più di altri. A renderla non ctonia era il fatto che Nyx personificasse la notte terrestre mentre era il fratello Erebo a rappresentare l’oscurità infernale (e quindi più appropriato come dio sotterraneo). Benché sposata con Efesto, aveva diversi amanti, tra i quali i più noti sono Ares, Adone, e Anchise. Gli animali a lui sacri sono l'avvoltoio, il serpente velenoso, il cinghiale e i corvi che facevano la guardia al suo tempio. Polimatea (Πολυμάθεια), musa della conoscenza. I poeti ne apprezzano il sorriso e il riso. È sorella e moglie di. Con mitologia greca si intende l'insieme di storie, miti e tradizioni che si ricollegano direttamente alle civiltà elleniche (o greche, per l'appunto) e al loro pantheon (πανθεων, parola che può indicare sia un tempio dedicato a tutte le divinità, sia l'insieme di tutti gli dèi). Vedi anche le definizioni delle parole Dio Giulia, semidio, divinità, deva, mitologia e religione giuliana. Figlio di Zeus ed Era, o di lei soltanto, è il fabbro degli dei, marito di Afrodite. È figlia primogenita di Rea e Crono, sorella di Zeus, di Poseidone, Ade, Era e Demetra. Titanessa della padronanza dei mari e moglie di, Titanessa della rugiada e dei pascoli, madre delle tre, Titano dell'aria e dell'abilità di cacciare e predare. Lo stesso argomento in dettaglio: Lista di divinità della mitologia greca. Figlio di Zeus e Era, era rappresentato come un giovane senza barba, spesso con un elmo o una lancia o una spada, nudo o vestito da guerriero. I suoi simboli o attributi sono lo scettro, il trono, un vaso (un Kantharos o una … Argeste (Ἀγέστης), venti dell'ovest o da nord-ovest (o altro nome per Skeiron); Circios (Κίρκιος) o Thraskias (Θρασκίας), vento da nord-nord-ovest; Euronoto (Εὐρονότος), dio del vento da sud-est; Libonoto (Λιβόνοτος), vento da sud-sud-ovest (per i romani. In genere rappresentato come uomo con la barba, un martello, un'incudine o delle tenaglie, a volte a cavallo di un asino. Titanessa dell'acqua fresca, madre di fiumi, sorgenti, ruscelli, torrenti, fontane e nuvole. Era rappresentato come un giovane atletico senza barba, ma anche come un vecchio barbuto dotato di un fallo enorme. Mitologia Greca La mitologia greca è la raccolta dei miti appartenenti alla cultura religiosa degli antichi greci,i loro dei ed eroi; furono raccolti in cicli che concernono le … Rea (in greco antico: Ῥέα, Rhéa ) è un personaggio della mitologia greca, figlia di Urano (il cielo) e di Gea (la terra) Eos (mitologia) e l'eroe Memmone (490–480 a.C.). Dio del tempo, da non confondere con Crono, capo dei titani. Fu rappresentata sempre come una bella donna ed è la dea che più spesso appare nuda o seminuda. Iperboree (Νύμφαι Ὑπερβόρειοι), ninfe del tiro con l'arco: Ecaerge (Ἑκαέργη), rappresentante la distanza; Losso (Λοξώ), rappresentante la traiettoria; Upi (Οὖπις), rappresentante l'intenzione. Il nulla da cui tutto proviene. Sinallassi (Συνάλλασις), della riconciliazione. Nella mitologia greca classica Notte o Nyx (che dir si voglia) non era una divinità ctonia, ma una dea primigenia, figlia di Caos o di Phanes (a seconda del mito preso in esame). Le religioni abramitiche sono le religioni monoteiste che hanno una base in comune fondata sull'Antico Testamento della Bibbia. Come divinità ctonia, comunque, il suo posto sull'Olimpo è ambiguo. Il più antico di tutti era Caos, … Rispondi alle domande seguenti e ti riveleremo quale divinità greca sei! Da Romana il nome cambia in Vesta. Dea vergine dell'intelligenza, della pace, delle arti manuali, della strategia militare (ovvero l'aspetto più nobile della guerra, contrario ad Ares, il quale si occupava degli aspetti più brutali e malvagi), dei manufatti e della saggezza. I suoi simboli o attributi sono lo scettro, il trono, un vaso (un Kantharos o una Patera), l'elmo ricevuto in dono dai ciclopi che lo rendeva invisibile, una pelliccia di lupo e il cane a tre teste Cerbero. Sua moglie è Persefone. Come divinità ctonia, comunque, il suo posto nell'Olimpo è ambiguo. Benché sposata con Efesto, aveva diversi amanti, tra i quali i più noti sono Ares, Adone, e Anchise. Pegasi (Πήγασις), figlia del fiume Grenico; Farmacia (Φαρμάκεια), ninfa di una sorgente velenosa in, Rindacidi (Νύμφαι Ῥυνδάκιδες), figlie del fiume Rhyndacus, in, Spercheidi (Νύμφαι Σπερχεῖδες), figlie del fiume Spercheo (Σπερχειός), in, Telfusa (Θέλπουσα) o Telphousa (Τέλφουσα), figlia del. Figlio di Zeus e Maia, era il messaggero degli dèi e uno psicopompo che accompagnava le anime dei trapassati nell'aldilà. È il figlio di Zeus e Latona e ha una sorella gemella, Artemide. Una delle divinità più conosciute della mitologia greca è Poseidone, dio greco dell’acqua, dominatore incontrastato del mare e degli oceani. Gli animali a lui sacri includono il capriolo, i cigni, le cicale, i falchi, i corvi, le volpi, i topi, i lupi e i serpenti. Nyx. Nelle religioni misteriche e nella letteratura ateniese appare con il nome di Plutone (Πλούτων, "il ricco"), e il nome Ade o Averno è dato al suo regno. Come fratello e sorella vennero identificati con il sole e la luna ed entrambi usavano archi e frecce. Anche lei personificazione del mare e moglie di. Il seguente è un riassunto delle divinità maggiori i cui culti erano largamente diffusi. I romani lo tradussero infatti come Plutone o anche Dis Pater (Dite). L'aspetto di una divinità greca ce l'hai già ma per quanto riguarda la tua personalità? Essi comprendono: Corrispondenza tra divinità greche e romane, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Divinità_della_mitologia_greca&oldid=117384044, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. Greco — Mitologia greca: ecco un excursus sulle più importanti divinità e sui miti appartenenti alla cultura religiosa dell'antica Grecia…. I Greci hanno creato immagini di divinità per diversi scopi. divinità della mitologia greca. Dea dell'amore, della bellezza, del desiderio, della fertilità e del piacere carnale. Quando Era scoprì il tradimento, però, decretò che Leto non potesse partorire in una terra che era già stata toccata dalla luce del Sole. Divinità greche Appunto contenente un elenco delle 12 principali divinità greche, dei loro complessi legami e le loro peculiari caratteristiche Dio dei confini, dei viaggi, delle comunicazioni, degli scambi commerciali, dei linguaggi e della scrittura, protettore dei viandanti, dei vagabondi e viaggiatori. È stato rappresentato come un vecchio con la barba o un fanciullo carino ed effeminato, dai capelli lunghi. La corrispondente dea romana è Minerva. Ade (ᾍδης, Hádēs) / Plutone (Πλούτων, Ploutōn) Re del mondo sotterraneo, della morte e del rimorso. Lingua; Segui; Modifica; Pluto, la cui etimologia deriva dal greco antico Πλοῦτος, "ricco", è una figura della mitologia greca, dio della ricchezza, il cui culto, di carattere agrario, aveva come sede principale l'isola di Samotracia. Il suo corrispondente romano è Marte, che però era visto come progenitore della gente di Roma, e rappresentato in genere più adulto. Gli dei lusitani (o antico-portoghesi) sono stati messi in relazione con quelli degli invasori sia Celti che Romani. Euagore (Εὐαγόρη) o Euagoreis, che assembla i banchi di pesci; Leagore o Leiagore (Ληαγόρη), che unisce i pesci in banchi; Limnoreia o Limnoria (Λιμνώρεια), delle paludi salmastri; Lisianassa (Λυσιάνασσα), delle consegne regali; Speo o Speio o Spio (Σπειώ), delle grotte marine; Artemidee (Νύμφαι Ἀρτεμίσιαι), gruppo di sei più giovani, assistenti di. Carmanore (Καρμάνωρ), dio cretese della mietitura; Eunosto (Εὔνοστος), dea del mulino e della farina; Filomelo (Φιλόμελος), semi-dio mitico inventore del carro e dell'aratro; Acratopote (Ἀκρατοπότης), dio del vino non mescolato. Paidia (Παιδία), del gioco e del diventimento; Pandaisia (Πανδαισία), del banchetto per tutti; Pannichi (Παννυχίς), della festa che dura tutta la notte. Dea dei cereali, della flora, dell'agricoltura, del raccolto, della crescita e della nutrizione. Metto un secondo albero che un po' più preciso, al quale però mancano alcuni dei principali. Palestra (Παλαίστρα), dea della lotta libera. Gli animali a lui sacri sono il cavallo e il delfino. Titanessa degli oracoli notturni e delle stelle cadenti. Titano dei ripensamenti e padre delle scuse. Il meno rappresentato dei dodici titani, è il padre di, Capo dei titani, che ha detronizzato suo padre, Titanessa della memoria e del ricordo, madre delle. Titanessa della brezza e dell'aria fresca del mattino presto. Poseidone è stato celebrato nell’antichità da orde di fedeli e ancora oggi viene menzionato in film, graphic novel, romanzi e saggi dedicati alla mitologia greca. Malie (Μαλιεῖς), sul monte Otri, tra cui: Potamidi (Ποταμίδες), altro nome delle ninfe acquatiche o. Potami (Ποταμοί), fiumi divinizzati o personificati, tra i molti dei quali: Ampelo (Ἄμπελος), giovane satiro amato da. È figlia di Crono e Rea e sorella di Zeus, dal quale ebbe Persefone. Leucippidi (Λευκιππίδες), mogli dei Dioscuri: Eleusi (Ἐλευσίς), eroe eponimo della città di, Telemo (Τήλεμος), indovino che predisse che, Euripila (Εὐρυπύλη), capo delle amazzoni che assalirono. Statua … Eritea (Ἐρύθεια) o Eriti (Ἐρύθεις), la rossa; Esperetusa (Ἑσπερέθουσα), dagli occhi di bue, a volte separate in: Altri nomi della tradizione per le esperidi: Pirrico (Πύρριχος), dio delle danze rustiche.

Sentieri Appennino Reggiano, San Giovanni Evangelista Festa, Migliori Vini Pugliesi 2020, Le Olimpiadi Del 1936, Cerco Pick Up Usato Pavia, Metro Barcelona Mapa, Come Concludere Una Lettera D'amore, Campo De Fiori Suites Roma, Giacomo Fratello Di Gesù Tomba, Romina Power E Albano, Metro 2 Torino Skyscrapercity,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *